Recupero Biogas

Oltre che allo smaltimento dei rifiuti non pericolosi, le nostre discariche provvedono al recupero del biogas che si produce dalla degradazione della matrice organica, che ricco di metano, viene utilizzato presso l’impianto di Podere Rota da sei motori in cogenerazione con una potenzialità di 4,6 MW, mentre all’impianto di Podere Il Pero veniva recuperato attraverso un solo motore di circa 625 kW (ormai dismesso, visto che la discarica ha esaurito i conferimenti e avviata alla gestione post mortem. Il biogas residuo, povero di metano, viene adesso avviato alla combustione in torcia, come da normativa vigente).

Proprio sulla tematica del biogas residuo, CSAI Spa e l’Università di Firenze, in collaborazione con Sienambiente Spa e la Regione Toscana, stanno implementando presso l’impianto de Il Pero, il progetto di Ricerca REMIDA, cofinanziato dal programma EU LIFE,  finalizzato allo sviluppo di tecnologie innovative per la gestione del gas di discarica con basso potere calorifico utili alla riduzione dell’effetto serra e la mitigazione degli impatti dovuti alle emissioni di gas in traccia.

La captazione ed il trattamento del biogas di discarica consente quindi da un lato di recuperare un’importante fonte energetica e dall’altro a evitare la dispersione in atmosfera di questo gas dall’elevato potenziale di effetto serra. Nel 2016 abbiamo captato dal corpo di discarica di Podere Rota 12.422.485 m3 di biogas, che hanno consentito di risparmiare ben 6.832 tonnellate di petrolio equivalenti (TEP) per produrre l’equivalente energia con combustibili fossili.

Nel 2016 i nostri impianti di cogenerazione hanno prodotto e ceduto alla rete elettrica nazionale la quantità di 21.835 MWh di energia elettrica, pari al fabbisogno medio annuo di circa 10.0000 famiglie (utenze domestiche).

Trattandosi di produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile (biomassa contenuta nei rifiuti) attraverso impianti costruiti in tempi diversi, CSAI Spa gode di un doppio sistema di  incentivazione: una parte della generazione ricade sotto il regime CIP6/92, ed una parte sotto il regime dei cosiddetti “certificati verdi”, regolati dalle delibere dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas.

Grazie alla produzione di energia elettrica dal recupero del biogas e dai continui miglioramenti in ambito di ricerca e sviluppo, la discarica di Podere Rota è stata annoverata tra le migliori Buone Pratiche a livello nazionale nel Rapporto Comuni Rinnovabili di Legambiente, per gli anni 2015 e 2017.